Parte la XXI stagione concertistica, sabato sera alle 21,00, nella consueta cornice dello splendido Palazzo Steri. L’Ensemble Hoffmaster inaugurerà la stagione con un particolarissimo concerto dal titolo Suono e Parola, una commistione di poesia e musica.

I Concerti dell’ “Antonio Il Verso” su TVM

L’emittente televisiva TVM trasmetterà il sabato alle 22,00 e la domenica alle 20,00 alcuni concerti registrati durante le stagioni concertistiche della nostra associazione. Non perdeteli!

MARTEDI 23 OTTOBRE 2012

LUNEDì 8 OTTOBRE 2012

UN “NOTTURNO IBERICO”
Domenico Scarlatti: le sonate per viola d’amore

Valerio Losito, viola d’amore
Andrea Coen, clavicembalo

25 maggio 2012

PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI 2011/2012

Il Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo è la sede designata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca-Direzione Generale per l’Alta Formazione Artistica e Coreutica, per lo svolgimento del Concorso “Premio Nazionale delle Arti” sezione “Musica con strumenti antichi e Voci”. Il Premio Nazionale delle Arti è alla sua nona edizione e vede la partecipazione di studenti provenienti da tutti i conservatori italiani. Per la sezione “Musica con strumenti antichi e voci” sono previste tre categorie: solistica, ensemble e voci. La Rete Orfeo, Circuito Lombardo di Musica Antica e l’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso” di Palermo offriranno ai primi tre finalisti selezionati dalla Giuria Nazionale del Premio un concerto nella prossima stagione musicale nell’ambito delle proprie programmazioni artistiche.
La commissione sarà composta dal presidente Luca Guglielmi, clavicembalista, organista e direttore e dai componenti Emanuele Beschi, violista docente al Conservatorio “G. Verdi” di Milano e direttore artistico delle “Settimane Barocche di Brescia”, e Roberto Balconi,  controtenore e docente di canto barocco presso la Civica Scuola di Musica di Milano e di canto lirico presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara.
Le prove eliminatorie avranno inizio alle ore 15,00 del 26 maggio 2012 presso la Sala Scarlatti del Conservatorio “V. Bellini” (via Squarcialupo, 45). Il concerto dei finalisti avrà luogo domenica 27 maggio alle ore 18,00 presso l’oratorio di S. Cita (via Valverde, 3). La proclamazione dei vincitori avverrà al termine del concerto, alla presenza del Direttore Generale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale del MIUR Dott. Giorgio Bruno Civello e del Dott. Roberto Morese, segretario del Premio Nazionale delle Arti.

Le prove eliminatorie e il concerto dei finalisti saranno aperti al pubblico.

2-3 aprile 2012

I primi di Aprile a Palermo insieme ai Conservatori uniti di Parigi e Palermo, all’Università siciliana e l’Associazione Antonio il Verso si terranno due giorni intensi di concerti e seminari dedicato alle Leçons de Ténèbre con il testo tratto dalle famose Lamentatio Jeremiae attraverso i capolavori di François Couperin, Alessandro Scarlatti, la lettura delle Lamentatio da parte dei Cantori delle tre religioni (Ebraica, Cristiana e Mussulmana ) ai quali il profeta appartiene, interpretazioni popolari con la tradizione polifonica corsa e un omaggio “antico“ del compositore contemporaneo Gerard Pesson.

10 marzo 2012

La XX Stagione di musica antica ”Antonio Il Verso” è stata inaugurata con l’ensemble che porta il nome del celebre mandolinista cagliaritano, omaggiato nel centenario della nascita. di Monika Prusak

Leggi l’articolo su Il Corriere Musicale

3 marzo 2012

Palermo: presentata la XX stagione concertistica dell’Associazione per la musica antica “Antonio Il Verso” di Ilaria Grippaudo

Il 22 febbraio lo Spazio Eventi della Libreria Feltrinelli di Palermo ha accolto la conferenza di presentazione della stagione concertistica dell’Associazione per la musica antica “Antonio Il Verso”, giunta quest’anno alla ventesima edizione. Vent’anni di prestigiosa storia che a Palermo ha prodotto eventi di rilievo, fra cui ricordiamo il “Progetto Monteverdi” – nato in collaborazione con la Fondazione Teatro Massimo, con l’esecuzione fra il 1996 e il 2000 dei principali capolavori del cremonese – o ancora le attività collegate a “Italia e Spagna tra XVII e XVIII secolo” dalle quali sono scaturite le rappresentazioni degli oratori Il Martirio di San Bartolomeo di David Perez e del Sansone di Bonaventura Aliotti, insieme a molte altre iniziative, oggetto di riconoscimenti a carattere nazionale ed internazionale.
Che Palermo sia una città particolarmente attenta alla musica antica ce lo conferma questa stagione che per l’occasione ha voluto appositamente riunire alcuni degli artisti che nelle scorse edizioni hanno segnato l’eccellenza delle proposte dell’associazione. Nella Sala Magna di Palazzo Chiaromonte, sotto uno dei più bei soffitti lignei dipinti del Trecento, sfileranno interpreti quali Candace Smith, Ludovico Minasi, Mara Galassi, Matilde Politi, Ignazio Maria Schifani, Andrea Coen, Maria Cristina Kiehr, Francesco Biscari, Alessandra Giura Longo, Valerio Losito, Mimmo Cuticchio, accanto a gruppi come Arianna Art Ensemble, A Cumpagnia e Zamballarana, l’Ensemble “Antonio Il Verso”, l’Ensemble “La Terza Prattica”, l’Ensemble “La Reverdie”.

22 febbraio 2012

Oggi alle ore 11.00 presso la Libreria Feltrinelli si è tenuta la conferenza di presentazione della XX Stagione concertistica dell’Associazione per la musica antica “Antonio Il Verso“. Da marzo a dicembre si terranno 13 concerti che abbracceranno un vasto repertorio con interpreti straordinari. Si parte il 6 marzo con il Quintetto a plettro  “Giuseppe Anedda”. Nel corso della stagione si alterneranno interpreti d’eccezione come Mara Galassi, Maria Cristina Kiehr, Candace Smith, Alessandra Giura Longo, l’Ensemble La terza prattica, l’Arianna Art Ensemble, Ignazio Maria Schifani, Ludovico Minasi, Francesco Biscari, Valerio Losito, Andrea Coen, l’Ensemble LaReverdie e Mimmo Cuticchio.

2 dicembre 2011

LA MORTE D’ABEL, per la 54^ Settimana di musica sacra di Monreale

Immancabile appuntamento venerdì 2 dicembre alle ore 21.00 presso il Duomo di Monreale per la prima esecuzione integrale moderna dell’oratorio di Antonio Caldara “La morte d’Abel”, su testo di Metastasio. L’edizione moderna è stata curata daGiuseppe Collisani e all’esecuzione collaborano il Coro e l’Ensemble “Antonio Il Verso”.

21 novembre 2011

Maria Antonella Balsano nuovo Direttore artistico dell’Associazione per la musica antica “Antonio Il Verso”. E’ stata nominata dal consiglio direttivo dell’Associazione. Il precedente Direttore artistico, Daniele Ficola, che ha guidato con successo l’attivita’ dell’Associazione fin dalla sua fondazione, ha recentemente lasciato l’incarico.

10 novembre 2011

FUOCO E CENERE. Pulcinella. La libertà ritrovata

L’ensemble Fuoco e Cenere si dedica ad un vasto repertorio che va dal Medioevo ai giorni nostri. Questo si riflette anche nelle registrazioni discografiche, come Fantasy in Blue che comprende musiche di Gershwin ePurcell, o come quelle dedicate ai testi del Petrarca o ai Salmi di Davide di Benedetto Marcello. L’ensemble è diretto da Jay Bernfeld, acclamato solista di viola da gamba. Egli si è formato nella sua città natale, New York, crocevia di importanti esperienze musicali internazionali. È stato particolarmente attratto dai grandi maestri come Oistrak, Horowiz e Rubinstein e ha espresso molta ammirazione per le più importanti voci liriche come Renata Tebaldi. Ha tenuto masterclass di viola da gamba, di musica da camera e di tecnica vocale in Italia, Norvegia, Francia e Stati Uniti. Ha collaborato con David Stern, direttore dell’Accademia Europea di Aix en Provenceper alcune produzioni operistiche mozartiane e haendeliane. Fuoco e cenere è stato invitato da tutti i più importanti festival europei. Da Aix en provence adAmbronay e ha collaborato con artisti comePhilippe Jaroussky, Guillemette Laurens, Rinat Shaham. Ha recentemente registrato un cd dedicato alle musiche della scuola napoletana, Canta Napoli, con il giovene tenore emergente Mathieu Abelli, comprendente brani di Scarlatti, Pergolesi e canzoni popolari. In occasione dei 400 anni della nascita dell’opera, nel 2007 ha registrato la Dafne di Marco da Gagliano.

29 ottobre 2011

I CONCERTI PER ORGANO E CEMBALO (o a due cembali),
SONATE E IL FANDANGO

Il programma presenta tre dei Seis Conciertos de dos Organos Obligados di A. Soler, compositore spagnolo che raccoglie nella sua musica per cembalo l’eredità di A. Scarlatti, di cui fu allievo, enfatizzandone il carattere di virtuosismo e il colore strumentale spagnolo.
I sei Conciertos, apparentemente intitolati“per due organi”, possono essere eseguiti anche a due cembali (il termine “organo” del resto essendo usato spesso come sinonimo di “strumento a tastiera”) ma, probabilmente, la migliore combinazione è quella di un organo e un cembalo, risultando così più vario il colore del dialogo strumentale.
Verrà eseguita anche una tra le più virtuosistiche sonate del compositore e il famosissimo Fandango per clavicembalo, brano accattivante per il suo scintillante virtuosismo e per il carattere sensuale e a tratti scatenato, tipico di questa danza popolare spagnola; caratteristiche queste che valsero a Soler, già alla sua epoca, il soprannome di El diablo vestido de frail.

12 giugno 2011

“CANTATA DELLA CACCIA” ALLA CHIESA DELLA CATENA

articolo di Sara Patera per il Giornale di Sicilia

Palermo.(spa) Attrattive bachiane? Stracolma la chiesa della Catena, venerdì sera, per il concerto dell’ Ensemble di strumenti antichi del Conservatorio di Palermo e del Coro “Antonio il Verso” diretti da Enrico Onofri, appuntamento conclusivo della prima parte della stagione dell’Associazione “Antonio il Verso”. Non solo Bach a focalizzare l’attenzione con 1a sua, non certo ricorrente all’ascolto, “Cantata della caccia” ma in aggiunta due corni naturali (con Ermes Pecchinini e Dimer Maccaferri, artisti ospiti insieme a Davide Bertozzi con l’oboe da caccia, Ludovico Minasi, Fabio D’Onofrio, Maria Grazia D’ Alessio) a rendere al vivo la particolarità di una trama strumentale rilevata, a premessa dell’esecuzione da Enrico Onofri. E l’intreccio del programma con il Concerto Brandeburghese in fa maggiore, “Les Plaisirs de la Chasse” di Daquin per climatica consonanza e la Cantata di Bach con i soprani Lavinia Bertotti e Picci Ferrari, il tenore Giovanni Caccamo e il baritono Fabio Midolo, si è vivacemente animato di sonorità ora sospinte con trascinante slancio da Onofri – mirabile di incisivi accenti ritmici al suo violino picco – ora ripiegate in intimità sommessa nell’ Adagio del Brandeburghese (superato l’ adattamento non facile, nell’Allegro iniziale, all’acustica della Chiesa) e della lucida virtuosità di Basilio Timpanaro al cembalo. Bene in rilievo i solisti vocali, con rifinita nettezza Bertotti (Diana) e Caccamo (Endimione), con garbo espressivo Picci Ferrari (Pale), con notevole spessore Fabio Midolo (Pan), poi convogliati nella coinvolgente festosità del Coro. Entusiasmo del pubblico e lunghi applausi.